L’Internet Governance Forum[intgovforum.org] (IGF) è un processo globale, condotto sotto l’egida delle Nazioni Unite, che favorisce il confronto e il dibattitto tra tutte le parti interessate permettendo di discutere, scambiare informazioni e condividere iniziative inerenti alla Governance di Internet. L’IGF si basa sui principi di trasparenza, apertura, inclusività e l’identificazione dei temi in agenda attraverso un “approccio dal basso”. L’IGF facilita il confronto tra tutte le parti interessate all’ecosistema Internet seguendo un principio di partecipazione egualitaria.

L’IGF è istituito dal Segretario dell’ONU nel 2006 come risultato del Summit Mondiale sulla Società dell’Informazione (WSIS 2003 – 2005) con il mandato di discutere le questioni di interesse pubblico relative alla governance della Rete. Esso è diventato negli anni il punto di riferimento per la discussione globale sui temi della governance di Internet e sul modello di discussione e confronto Multistakeholder.

Il ruolo delle Nazioni Unite è esclusivamente quello di promotore e “facilitatore”. Gli stakeholder dell’IGF sono essenzialmente riuniti in quattro gruppi (governi, industria, società civile, accademia/comunità tecnica), integrati da rappresentanti delle organizzazioni internazionali (fra cui ICANN, ITU, UNESCO, ecc.), dei media e di altre comunità rilevanti per il progresso di Internet.

Al meeting inaugurale dell’IGF del novembre 2006 ad Atene sono seguite le edizioni internazionali: Brasile 2007India 2008Egitto 2009Lituania 2010Kenia 2011Azerbaijan 2012Indonesia 2013Turchia 2014, Brasile 2015Messico 2016. Il prossimo IGF 2017 si terra a Ginevra il 18 – 21 Dicembre presso il segretariato dell‘ONU (https://igf2017.swiss/) “Shape your digital future!”. Per ulteriori informazioni si veda anche il sito ISOC Italia.

L’obiettivo dell’IGF è di massimizzare le opportunità di dialogo e di scambio di idee tra tutti gli stakeholder su aspetti non solamente tecnici, ma anche economici e sociali della governance di Internet, creando così l’opportunità di condividere esperienze e identificare le questioni emergenti relative alla governance della Rete e portarle così all’attenzione dei rilevanti organismi governativi e non. La partecipazione agli IGF globali è gratuita ed aperta a tutti, anche attraverso l’apposita piattaforma di partecipazione in remoto.

Il successo del modello di discussione e confronto dell’IGF ha portato alla creazione di iniziative nazionali e regionali adottando i principi del modello globale e portando i loro contributi alla discussione annuale dell’IGF. Il coordinamento delle iniziative nazionali e regionali costituisce il NRI (National Regional Initiatives) dell’IGF globale, che ha un proprio sito dove le varie iniziative locali sono annunciate e referenziate (https://www.intgovforum.org/multilingual/content/igf-regional-and-national-initiatives).

Ad oggi si contano 68 IGF nazionali 16, regionali. Il Segretariato ONU dell’IGF, con il contributo delle iniziative locali, ha creato nel 2016 una guida per l’organizzazione degli IGF nazionali secondo i principi e processi adottati dall’IGF globale (NRI Toolkit).

L’IGF Italia, dopo le sue edizioni Cagliari 2008[isoc.it]Pisa 2009[isoc.it],Roma 2010[isoc.it]Trento 2011[isoc.it]Torino 2012[isoc.it]Roma 2014,[isoc.it] Roma 2015[isoc.it] e Venezia 2016[unive.it], per l’edizione 2017 adotta i principi ONU delle iniziative nazionali e regionali (NRI Toolkit), e invita tutti gli stakeholder Italiani a contribuire alla preparazione e a partecipare alla prossima edizione che si terrà il 20 e 21 Novembre a Bologna.